Industry Cloud Platform: l’innovazione su misura per il tuo settore

8 minutes read
23 Maggio 2023

La trasformazione digitale è sempre più legata all’utilizzo del potenziale del cloud. Secondo i dati di Eurostat, nel 2022 il 41% delle imprese nell’area UE ha impiegato tecnologie cloud; di queste, il 73% lo ha sfruttato per il supporto di servizi critici. Se da un lato questi numeri danno un’idea della portata e del potenziale di queste tecnologie, dall’altro si può vedere come la migrazione al cloud è ben lungi dall’essere conclusa. Nel prossimo futuro, infatti, ci si aspetta un’ulteriore crescita del numero di aziende che sfrutterà queste tecnologie.

All’interno di questo contesto, uno dei Gartner’s Top Strategic Technology Trends for 2023 riguarda le Industry Cloud Platform (ICP). Secondo Gartner, “entro il 2027 più del 50% delle aziende userà le Industry Cloud Platform per accelerare le loro iniziative di business”.

In questo articolo vedremo che cosa sono le Industry Cloud Platform, i benefici che garantisce, le caratteristiche chiave che deve possedere e le sfide a cui prestare attenzione.

 

Che cos’è una Industry Cloud Platform

Secondo la definizione di Gartner, “le Industry Cloud Platform combinano SaaS, PaaS e IaaS con funzionalità specifiche per casi d’uso di settori verticali. I leader IT possono utilizzare la modularità e la componibilità offerte da queste piattaforme per ottenere l’agilità richiesta dal loro settore per rispondere al continuo cambiamento”.

Le Industry Cloud Platform fanno parte del trend in continua crescita del Platform Engineering, ovvero la disciplina che si occupa di costruire e mantenere le Internal Developer Platform (IDP). Come vedremo meglio in seguito, le Industry Cloud Platform possono essere considerate delle piattaforme in senso più ampio, le quali offrono al loro interno un’IDP come componente principale per lo sviluppo dei servizi e delle funzionalità specifiche.

 

Perché serve una Industry Cloud Platform

Risolvere velocemente e facilmente i problemi specifici di un determinato settore, infatti, è una delle chiavi per ottenere un vantaggio competitivo sui concorrenti. Le Industry Cloud Platform rispondono principalmente a questo scopo, offrendo soluzioni sviluppate su misura per l’industry di riferimento che possono essere integrate velocemente grazie alla modularità e componibilità della piattaforma.

Per esempio, la gestione di un’anagrafica cliente da parte di una banca deve rispondere a rigidi criteri di conformità a normative specifiche in ambito di trattamento di dati personali sensibili. Lo stesso può dirsi di un ospedale o un’azienda che opera in ambito sanitario, che dovrà rispettare altre normative, anche più stringenti. Le anagrafiche clienti di un’azienda nel settore retail o mobility, invece, saranno più semplici da gestire, in quanto tratteranno meno dati.

Da questo semplice esempio si può già intuire l’importanza di una piattaforma che fornisce nativamente servizi che rispettano gli standard e le normative di settore, evitando così di dover eseguire lunghi e costosi lavori di adeguamento.

 

Vantaggi di una Industry Cloud Platform

Una Industry Cloud Platform fornisce diversi vantaggi. Il più evidente è già stato menzionato sopra, ed è la capacità di fornire servizi cloud specifici per il settore di riferimento. Oltre a questo, però, un’ICP fornise anche altri benefici, per la maggior parte legati alle sue caratteristiche di modularità e componibilità:

  • Approccio olistico: grazie alla facilità di integrazione di nuovi moduli, la piattaforma permette di incorporare tutti i servizi cloud che solitamente sono acquistati separatamente;
  • Riuso: i moduli sviluppati internamente possono essere resi disponibili agli altri team, ad esempio attraverso un Service Catalog, e riutilizzati in altre sezioni del prodotto o in altri prodotti;
  • Agilità: poiché sono indipendenti tra loro, i moduli possono essere aggiunti, aggiornati o rimossi senza ripercussioni sul resto dell’architettura, garantendo un’elevata velocità di risposta ai cambiamenti.

La diretta conseguenza di tutti questi benefici si traduce anche in costi più bassi, sia per quanto riguarda lo sviluppo di nuove funzionalità, sia per la manutenzione dei software prodotti.

 

Caratteristiche di una Industry Cloud Platform

Dopo aver esaminato che cosa sono e i loro benefici, illustriamo adesso quali sono le caratteristiche chiave che devono essere garantite dalle Industry Cloud Platform. Distinguiamo innanzitutto tra caratteristiche architetturali e capacità aggiuntive.

Tra le caratteristiche architetturali che una ICP deve possedere troviamo:

  • Cloud-native: fornendo e raccogliendo servizi cloud, l’architettura della piattaforma deve essere anch’essa cloud‑native per poter essere resiliente e scalare in modo automatico e semplice.
  • Componibile: l’architettura della piattaforma deve essere orientata a rendere semplice e veloce l’aggiunta di nuovi componenti; nella maggior parte dei casi, una Composable Architecture è basata sui microservizi.
  • Modulare: i moduli che compongono l’architettura (detti anche Packaged Business Capabilities o PBC) devono essere sufficientemente disaccoppiati, in modo da poter essere aggiunti, sostituiti o rimossi senza avere conseguenze sugli altri.
  • Sostenibile: sia la piattaforma stessa, sia le soluzioni che offre devono rispettare i criteri di sostenibilità e prevedere strumenti per il monitoraggio e l’ottimizzazione del consumo di risorse.

Le principali capacità aggiuntive che rendono completa una ICP sono:

  • Data Fabric: per raccogliere tutti i dati dei vari componenti e poterli aggregare secondo le necessità di business, sfruttandoli in near real‑time.
  • Marketplace (o Service Catalog): per mettere a disposizione le PBC, sia quelle sviluppate internamente, sia quelle acquistate da terze parti.

È importante sottolineare che il Marketplace deve fornire soprattutto le PBC del settore di riferimento, ma non solo. Un Marketplace ben strutturato, infatti, deve offrire anche componenti di servizio, come ad esempio un CRUD Service o un servizio di backoffice, ma anche PBC che possono essere utilizzate in diversi settori. Le innovazioni di una industry possono essere così sfruttate anche dalle altre, creando prodotti e servizi di qualità sempre più alta.

Un esempio virtuoso di questa sinergia è il Payment Integration Hub sviluppato da Mia‑FinTech. Si tratta di una soluzione end-to-end per la gestione dei pagamenti digitali che sfrutta le ultime innovazioni e tecnologie del settore Fintech e le rende facilmente integrabili e accessibili a tutte le organizzazioni tramite Mia‑Platform Marketplace. Grazie a questa soluzione, anche aziende che operano in altre industry, come ad esempio Retail e Mobility ma anche molte altre, possono sfruttare uno strumento altamente innovativo del settore Fintech, guadagnando così un vantaggio competitivo nei rispettivi settori.

 

Sfide di una Industry Cloud Platform

Le Industry Cloud Platform forniscono diversi benefici e possono garantire un notevole vantaggio competitivo, ma pongono anche alcune sfide e rischi che non devono essere sottovalutati.

Innanzitutto bisogna evitare che il focus sull’industry di riferimento si trasformi in un limite. Le ICP fanno della conoscenza del settore il loro punto di forza, ma c’è il rischio che questa specializzazione vada a scapito di componenti meno legati al core business ma non per questo meno importanti. Per esempio, un’azienda Retail può creare un sistema di gestione dell’inventario in tempo reale, ma la sua efficacia viene meno se può visualizzarlo una sola persona in tutta l’azienda per via di una gestione dei permessi effettuata con strumenti obsoleti o non all’altezza.

Inoltre, scegliendo una piattaforma off‑the‑shelf e utilizzata anche da altri attori del settore c’è il rischio che venga meno il vantaggio competitivo che la ICP può fornire, in quanto tutti avranno a disposizione lo stesso strumento. D’altra parte, costruire da zero una piattaforma internamente all’azienda è un’operazione lunga e costosa, e richiede molto tempo e risorse prima di essere in grado di garantire i benefici per cui la si costruisce.

Tra la costruzione da zero e l’acquisto di un prodotto finito c’è una terza alternativa, ovvero affidarsi ad un Platform Builder come Mia‑Platform. Con Mia‑Platform potrai creare la tua piattaforma secondo le tue esigenze e le tue logiche di business, senza doverla costruire da zero. Potrai inoltre sfruttare le sue caratteristiche di componibilità e avrai accesso a Mia‑Platform Marketplace, un service catalog che fornisce componenti specifici per il tuo settore di riferimento, oltre a molte altre PBC cross‑industry.

 

Conclusione

Le aziende di un determinato settore condividono alcune esigenze specifiche, che derivano dalla natura del business. Avere a disposizione strumenti che offrano soluzioni su misura per queste esigenze può costituire un notevole vantaggio competitivo, ed è per questo che le Industry Cloud Platform si stanno diffondendo sempre di più.

Sia l’acquisto di un prodotto finito, sia la creazione da zero presentano degli svantaggi che rischiano di inficiare i benefici garantiti da una Industry Cloud Platform. Mia‑Platform è un Platform Builder che unisce la velocità di un prodotto preconfenzionato alla possibilità di personalizzazione di uno costruito in‑house. Mia‑Platform infatti abilita e supporta la creazione della tua piattaforma secondo un approccio componibile: in questo modo sarà possibile garantire velocità di rilascio, oltre a una maggiore facilità di manutenzione ed evoluzione della piattaforma stessa.

Questo approccio modulare e componibile abilita anche la transizione verso il paradigma della Platform Company. Scarica il white paper per scoprire tutte le caratteristiche e i benefici!

New call-to-action
Back to start ↑
TABLE OF CONTENT
Che cos’è una Industry Cloud Platform
Perché serve una Industry Cloud Platform
Vantaggi di una Industry Cloud Platform
Caratteristiche di una Industry Cloud Platform
Sfide di una Industry Cloud Platform
Conclusione